martedì 17 maggio 2011

Devo stare calma.

Sono le parole che ripeterò nella mia testa per tutta stanotte e per domani.
Domani ho la verifica decisiva di matematica, dovrò andare a scuola guida, studiare italiano e avere la pazienza di far ripetizioni ad una bambina.
Oggi ho fatto solo matematica, praticamente, facendo gli esercizi per argomenti...anche se, quando passavo ad altri esercizi, mi dimenticavo come si facevano gli altri. Speriamo che non sia così anche domani.
Ora voglio parlare di una cosa: in classe mia tempo fa, circa 3 mesi, una mia compagna, normopeso, aveva detto che voleva dimagrire. Tutti si sono accorti di quanto il suo corpo sia cambiato, delle sue regole e tutti si stanno preoccupando.
Per una volta non sono alcentro dell'attenzione, per una volta c'è qualcun'altro...ma a quale prezzo? Chi le è più vicino è preoccupatissimo. I prof le fanno notare sempre quanto peso ha perso, per un corpo che non aveva nulla da perdere. Io mi tengo in disparte, ascoltando e basta. Soprattutto cerco di vedere il suo stato come qualcosa di negativo. Sicuramente tempo fa, sarei stata invidiosissima...e in effetti quando ho iniziato a notare i primi risultati, a marzo, provavo ammirazione nei suoi confronti. Non ne ho pmai parlato...ma la questione ora è seria. Volevo solo mettere per iscritto questi pensieri.
Grazie per i bei commenti. Con la mia amica, vedrò cosa fare. Grazie ancora ragazze.
------------------------------------------------
Non scrivo un nuovo post,ma continuo su questo.
Oggi sono rimasta a casa a studiare italiano e storia.
Non mi dispiace studiare, ma non ho nemmeno molta voglia.
Devo.
Sabato ho il saggio breve o su un argomento storico o su un argomento letterario...e la prof non vuole dirci se uno o l'altro (-.-)
Starò sui libri fino a mezzogiorno, poi riprenderò il pomeriggio. Ok...non credo che il mio programma vi interessi molto.
Pensavo anche di postare il mio D.A., tanto per scrivere :)
Non è un D.A. per dimagrire. Se solo lo pensassi sarebbe inutile aver trasformato il blog.
E' un D.A. di "cura". Mi è venuto in mente pensando alla mia psicologa.
stavo parlando con lei venerdì e le ho accennato di una parte del libro briciole in cui lei annotava su un quadernino i progressi.
Saltuariamente farò lo stesso.
Colazione: latte (una tazza e non diluita (e mi costa fatica) con 2 fette biscottate e marmellata di frutti di bosco e crema dolce alle castagne (buonissima);
pranzo: pasta, quasisempre al sugo;
merends: dovrei farla più spesso...yougurt alla vaniglia o frutta o fetta biscottata con marmellata;
cena: dipende, come sempre. Ieri piadina, oggi credo carne o legumi.
Un abbraccio <3 Vado a studiareeeeee :)

4 commenti:

  1. io credo ke tu sia la persona + adatta per starle vicina....sai cosa prova e puoi aiutarla concretamente.kiss

    RispondiElimina
  2. in bocca al lupo per i tuoi studi...io ero molto brava al liceo nei saggi brevi, anche s enon amavo particolarmente le materie umanistiche, troppo aleatorie! preferivo quelle sceintifiche, infatti poi ho scelto ingegneria ! bacini

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Un altro grande passo avanti...
    Se fossi ancora dentro al sintomo come un tempo avresti fatto di tutto per eguagliare la tua compagna, che sta cadendo nell'inferno senza ombra di dubbio...
    Invece la osservi con obiettivita' e preoccupazione...
    E poi hai tolto " bones" dal tuo nick...
    Coraggio Eli, che la luce in fondo al tunnel si fa ogni giorno sempre piu' vicina!
    Un abbraccione!
    Dony

    RispondiElimina